La richiesta di stop al glifosato è un’iniziativa del M5S a tutti i livelli istituzionali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

images10

 

La richiesta di stop al glifosato è un’iniziativa del M5S a tutti i livelli istituzionali: Comuni, Regione Lombardia, Parlamento italiano, Parlamento europeo.

COMUNICATO STAMPA – La precisazione degli attivisti del MeetUp Vigevano 5 Stelle in merito alle dichiarazioni del consigliere comunale Luca Mazzola: la battaglia per fermare l’uso del glifosato sta coinvolgendo il Movimento 5 Stelle a tutti i livelli: un atto pubblico comunale in questo momento avrebbe grande valore proprio per lanciare un messaggio forte e chiaro anche da parte del territorio a chi in Europa deve decidere in merito alla salute dei cittadini.

In merito alle dichiarazioni del consigliere comunale Luca Mazzola, riportate da “L’Informatore” giovedì 9 giugno 2016 nell’articolo intitolato Vietare il glifosato? Sull’uso del pesticida corto circuito a 5 stelle, gli attivisti del Movimento 5 Stelle che si riuniscono da sempre nel MeetUp Vigevano 5 Stelle desiderano precisare che:

1) il comunicato inviato ai giornali è stato approvato dagli attivisti e diffuso tramite tutti gli strumenti usati solitamente dal gruppo per proporre e approvare iniziative, mozioni, comunicati stampa, interrogazioni e altro;

2) i portavoce del M5S sono tutti attivi in questa battaglia a difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini: in Parlamento sono riusciti a far approvare una mozione alla Camera con cui s’impegnava il governo stesso a opporsi al rinnovo dell’uso del glifosato; in Regione Lombardia hanno lavorato a una proposta diventata poi delibera di Giunta; i parlamentari europei del M5S hanno sollecitato una decisione in merito scrivendo una lettera ai ministri italiani della salute, dell’Ambiente e delle Politiche agricole; infine, tanti consiglieri comunali hanno presentato mozioni analoghe in altrettanti Comuni italiani;

3) la richiesta contenuta nel comunicato diramato ai giornali affermava testualmente che «la nostra Amministrazione potrebbe approvare una mozione contro l’uso di questo pesticida», mozione che qualunque consigliere comunale può quindi sottoporre all’attenzione del Consiglio Comunale, come da Regolamento del Consiglio stesso;

4) riteniamo che un atto pubblico a livello comunale sul tema glifosato in questo momento avrebbe grande valore proprio per lanciare, anche da parte del territorio, un messaggio forte e chiaro a chi in Europa deve prendere decisioni imminenti in merito alla salute dei cittadini.