Convenzione con ARPA

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Non dobbiamo aspettare che ci siano vittime dovute all’inquinamento delle falde come succede con i PFAS in Veneto o che l’inquinamento continui a provocare i tumori,  dobbiamo prevenire e intervenire subito.
Ecco cosa proponiamo al nostro comune: una convenzione con ARPA che intensifichi i controlli sul nostro territorio.
Ecco la mozione integrale.

Vigevano, 15 ottobre 2021

MOZIONE

 

OGGETTO: CONVENZIONE TRA COMUNE DI VIGEVANO E L’AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE DELLA LOMBARDIA – ARPA – PER CONTROLLI AMBIENTALI.

 

 

PREMESSO CHE

 

ARPA Lombardia, istituita con L.R. 16/1999, è un Ente di diritto pubblico dotato di autonomia amministrativa, organizzativa e contabile che svolge attività e servizi volti a supportare le scelte di politiche ambientali di Regione Lombardia, delle Provincie, dei Comuni, delle ATS e di altri Enti pubblici del territorio regionale.

 

 

CONSIDERATO CHE

 

il Comune è titolare di funzioni e attività in materia ambientale e che l’esercizio di tali funzioni necessita occasionalmente, per una maggiore efficacia e completezza, di azioni a carattere specialistico che non sono rese possibili dalla struttura in organico.

 

 

DATO ATTO CHE

 

tra le funzioni assegnate alle ARPA dalla Legge 132/2016, è altresì contemplato il supporto tecnico-scientifico alle Amministrazioni competenti per l’esercizio di funzioni amministrative in materia ambientale espressamente previste dalla normativa vigente.

 

ATTESO CHE

 

l’art. 15 della Legge n. 241 del 07/08/1990 prevede la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni di concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune.

 

ATTESO INOLTRE CHE

 

la legge regionale 16/1999 prevede che nell’espletamento delle proprie attività l’ARPA coopera mediante accordi, convenzioni, interscambio informativo ed altre forme di rapporto anche con i Comuni;

 

le prestazioni erogate da ARPA a favore della Regione, degli Enti locali e delle ATS, che rientrano tra le attività che per legge devono essere fornite obbligatoriamente da ARPA nell’ambito delle proprie attività istituzionali, il cui onere economico non sia per disposizione normativa a carico dei privati, sono fornite a titolo gratuito;

 

ARPA può fornire, su richiesta delle Amministrazioni pubbliche, a titolo oneroso, prestazioni ulteriori rispetto a quelle previste da specifiche norme di legge.

 

CONSIDERATO CHE

 

al fine di garantire la salute pubblica, la compatibilità e sostenibilità delle attività insistenti sul proprio territorio, il Comune, con l’applicazione dei principi di PREVENZIONE e PRECAUZIONE, mette in atto tutte le possibili iniziative a tutela della popolazione;

 

IMPEGNA LA GIUNTA COMUNALE

 

A sottoscrivere convenzioni con Arpa al fine di effettuare maggiori controlli in situ per monitorare le attività che necessitano essere attenzionate nei settori acque, aria, biodiversità.

 

Più specificatamente:

Acqua, ricerca di sostanze inquinanti nelle falde acquifere e sotterranee con esecuzione di analisi degli elementi chimici e fisici.

Controllo dell’Aria attraverso un numero maggiore di centraline di rilevamento (attualmente 1 in tutta la città) con raccolta dati anche su NO2 biossido di azoto – SO2 biossido di zolfo – O3 ozono attualmente non rilevati.

Biodiversità, per proteggere il patrimonio naturale di flora e fauna per prevenire, monitorare e limitare la diffusione delle specie esotiche invasive provenienti da altri ecosistemi che possono minacciare quelle originarie alterandone gli habitat o trasmettendo malattie.

 

a impegnare, per quanto sopra specificato, le opportune risorse a favore di ARPA per l’esercizio delle funzioni di controllo specialistiche così come definite nella convenzione.

 

 Silvia Baldina
Consigliere comunale Movimento 5 Stelle